giovedì 18 ottobre 2007

Come buttare nel cesso 42 milioni di euro


Non sto parlando di Moratti che anche lui in questo è un maestro, ma sto parlando dello stato italiano che nel lontano 1994 decise di creare il fantastico portale Italia.it che è costato alla società italiana (noi!!) la bellezza di 42 milioni di euro (quarantaduemilionidieuro circa 74 miliardi del vecchio conio..).
In molti, soprattutto nella blogosfera criticarono questo portale, perchè poco fruibile, non ottimizzato, non accessibile, troppo costoso (con un milione di euro a dire tanto glielo faceva meglio chiunque), addirittura con informazioni sbagliate o fuorvianti ("Siamo preoccupati per il contenuto fuorviante del portale: contiene errori madornali nelle informazioni sul Molise, sulle Marche, sulla Liguria e sull'Abruzzo. Il governo deve intervenire" Gian Franco Fisanotti, presidente Unionturismo).

E ora?? Ora il ministro Rutelli si accorge dell'inutilità e della stupidità di questo sito e lo vuole chiudere....


Se costruivano scuole, case o ospedali non era meglio???

_______________________________

Ti piacciono i miei articoli? sottoscrivi il Feed RSS

 Subscribe in a reader

3 commenti:

yngnrjnwrrnrynwr ha detto...

Almeno se lo chiudono è possibile che smettano di mangiarci sopra...

Val3riO ha detto...

Vero, ma qualcuno pagherà per i 42 milioni di euro spesi??

frap1964 ha detto...

Delirio mediatico, hai toppato di circa 10 anni. Il progetto ha avuto inizio effettivo il 16 marzo 2004. Sui 42 mln: non sono 42 ma 58,1 . E sono il budget a disposizione e non i soldi sin qui realmente spesi.

http://millionportalbay.wordpress.com