martedì 9 ottobre 2007

Solidarietà a SportStreaming: sarebbe il caso che ci si mobilitasse anche per loro...

Oggi vado su SportStreaming come a mio solito e vedo ciò:

Gent. Webmaster,
ci è stata recapitata una diffida stragiudiziale da parte di R.T.I. spa relativa al sito web sportstreaming.altervista.org facente capo a questo account.
R.T.I. lamenta il fatto che sul sito web in oggetto: "vengono messi a disposizione degli utenti le informazioni ed i mezzi tecnici attraverso i quali è possibile installare su proprio PC software (i.e. Sopcast, PPMate, TVAnts, TVUPlayer, PPstream, ecc.) che consentono la visione delle partite del Campionato italiano di calcio di Serie A e della U.E.F.A. Champions League, i cui diritti di sfruttamento economico appartengono alla società mia cliente, in forza di ben noti contratti di licenza stipulati con i rispettivi titolari. Visione ancor più agevolata dalla disponibilità sul sito della programmazione settimanale."
In veste di hosting provider siamo tenuti, ai sensi della normativa vigente (DL 70/2003), per tutelarci da eventuali procedimenti legali a nostro carico, ma anche a tutela del medesimo webmaster, a provvedere alla chiusura del sito con esito immediato. Pubblicheremo comunque un'informativa indirizzata all'utenza del sito web, affinchè possa essere portata anch'essa a conoscenza delle ragioni alla base di questo provvedimento. [...]



SportStreaming era un sito gestito da ragazzi (penso) che permetteva, attraverso un comodo programma giornaliero, e un'accurata recensione dei programmi da utilizzare(i.e. Sopcast, PPMate, TVAnts, TVUPlayer, PPstream, ecc.), la visione di partite ed eventi sportivi spesso in diretta ma anche in differita. Eventi sportivi che, visto le simpatiche megaofferte di Sky e di Mediaset, non sono visibili a titolo gratuito da tutti.
Va sottolineato che la qualità del video e spesso dell'audio era medio-bassa e che non si trattava di un decriptaggio di segnali Mediaset Premium o Sky ma di un reindirizzamento a siti stranieri (prevalentemente cinesi) e di una spiegazione di utilizzo (peraltro ritrovabile su innumerevoli siti).

Io ritengo una grave violenza alla libertà individuale questa chiusura cautelativa in seguito a denuncia di una società miliardaria nei confronti di ragazzi che si e no ci si pagavano le uscite serali.

Trovo inoltre assurdo che in Italia o paghi o non vedi...lo SPORT è di TUTTI!

Spero che aderirete in molti a questa protesta, quello che si può fare per me è scrivere un articolo nel proprio blog o mandare una mail di sostegno a questi ragazzi a sportstreaming@gmail.com

Vi segnalo altresi questo articolo: CliccamiTutto

4 commenti:

Anonimo ha detto...

che tristezza...dove andremo a finire..

Carmelo ha detto...

Credo sia solo una procedura precauzionale.
Già in passato siti analoghi hanno subito la stessa sorte, salvo riaprire.
Spero riaccada anche qui.

Val3riO ha detto...

Speriamo nella procedura precauzionale, però al contempo è assurdo quello che è successo è il classico gigante che se la prende col + piccolo!

djkata ha detto...

sono con voi ragazzi
viva sportstreaming
facciamolo riaprire! non è giusto
Vergoogna
intanto segnnatevi questo sito http://livetv.ru/it/
non è la stessa cosa ma è già qualcosa...se trovate di meglio contattatemi: djkata@hotmail.it